Parà sitos

Nel leggere alcuni articoli di politica locale di questi giorni la domanda sorge spontanea: “ma finora dove eravate?”
Carta canta, dell’Olona la commssione consiliare “Territorio, ambiente e mobilità” si sta occupando sin dal suo insediamento. In piena coerenza con il programma elettorale, da quando sono stato eletto presidente di quella commissione si è iniziato a parlare dell’Olona e dei suoi problemi. Ma poco interessava al PD, forse perchè le elezioni erano lontane, forse perchè il ritorno mediatico era minimo.
Ora invece ecco che i piddini arrivano a cavalcare vigorosamente la grande attenzione che si è creata intorno all’Olona grazie al lavoro degli Amici dell’Olona e dell’avv. Franco Brumana.
La mia scelta, anche se sono consigliere di opposizione, è di agire nell’interesse della città. Quindi ben venga l’interesse per il fiume Olona, ma prima dov’erano tutti quelli che adesso cavalcano l’onda?
A questo punto non posso dimenticare l’obiettivo quasi raggiunto di realizzare un parcheggio in via Gaeta. Benissimo, ma non dimentichiamo che se siamo vicini al traguardo è anche perchè 3 anni fa portai il sindaco a fare un sopralluogo nell’area ferroviaria di via Gaeta accompagnati da una “talpa” di RFI di mia conoscenza.
Dulcis in fundo, con piacere noto che Rilegnano sta rilanciando proposte di mobilità sostenibile sovracomunali che in parte avevamo eaborato quando anche io portavo la maglia giallo fluo. Bene, vogliamo parlarne in consiglio comunale? Se per quattro anni e mezzo Legnano non ha fatto quel salto in avanti che speravate, ditelo in consiglio comunale e vincolate l’amministrazione a nuove proposte. E’ in aula che si dimostra la concretezza di ciò che si afferma.

I commenti sono chiusi.